amadou-haidara

Amadou Haidara

Amadou Haidara nasce il 31 gennaio 1998 a Bamako in Mali. Inizia a giocare a pallone nei campi di terra battuta della capitale maliana finché non riesce a convincere i genitori ad iscriverlo nella Academy di Bamako. Da qui in avanti talento e fortuna hanno fatto il resto: Visionato da alcuni scout del Salisburgo viene avvicinato e tesserato dalla società Red Bull. Una volta in Austria non impiega molto ad ambientarsi. Qui si trova in stanza con Semassekou che gli fa da cicerone e lo fa adattare presto ai regimi professionistici. Il primo anno vince la Youth League. L’anno seguente, la stagione 2016-17, viene mandato in prestito nella serie B austriaca (Erste Liga), dove aiuta il Liefering con 25 presenze 2 goal e 5 assist. Il 2017-18 viene aggregato alla prima squadra e fin da subito le sue prestazioni fanno pensare ad un altro crack: 14 presenze in Europa League (arrivando alla semifinale contro l’OM) e 29 presenze in Bundesliga austriaca conditi da 3 goal e 5 assist. Già nel mercato di riparazione il suo nome viene accostato a numerosi club tedeschi e inglesi. In estate probabilmente farà fagotto in direzione Lipsia (l’altra società dei Red Bull) pronto a prendere il posto di Nabi Keyta.

Ad inizio campionato però si trova ancora in Austria, giocando fino a gennaio per il Salisburgo e continuando il suo processo di maturazione. Quindi arriva la chiamata dal RB Lipsia, che lo prende come sostituto naturale del guineano. Con i tori rossi tedeschi giocherà 9 partite, 4 da titolare, e un inserimento lento ma progressivo nella formazione titolare. Quest’anno la concorrenza è molta, ma la squadra dovrà affrontare la Champions League, oltre ai tornei nazionali, quindi avrà certamente l’opportunità di giocare e mettersi in mostra.

Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento