Arthur Melo 1

Arthur Melo

Arthur Henrique Ramos de Oliveira Melo, noto come Arthur Melo, è ormai sulla bocca di tutti da qualche mese e conteso dal Barcellona e dal Real Madrid, in una faida senza fine, che potrebbero portarli a pagare la clausola di 50 Milioni in estate. Classe ’96, dal fisico minuto e compatto (172 cm per 67 kg), è un centrocampista centrale con spiccate doti offensive. Gli piace giocare la palla e portarla anche in avanti con scatti fulminei e dribling. Non a caso è paragonato al pluricampione e fenomeno Andreas Iniesta. Comincia a calciare il pallone nel settore giovanile del Goias prima di accasarsi al Gremio. Esordisce in prima squadra nel dicembre 2016 e da quel momento è cresciuto incessantemente. Ha da poco vinto la Copa Libertadores mostrando giocate d’alta scuola e un senso spiccato per assist e goal. Nonostante i 21 anni è già stato convocato con la nazionale maggiore del Brasile. Le speranze di tutti, ma sopratutto dei brasiliani, è che possa diventare il prossimo fenomeno del calcio mondiale, e perché no, proprio nella Liga spagnola territorio di Messi e Ronaldo.

Arthur Melo 2

Come dicevamo non è molto alto ma nonostante tutto riesce a contrastare fisicamente i centrocampisti avversari grazie ad un ottimo equilibrio ed una esplosività importante. Giocatore che detta i tempi, con una intelligenza tale da sapere sempre cosa fare in possesso palla; ama avventurarsi tra le linee dettando il passaggio finale. Veramente una bella scoperta del tricolor che ha saputo credere e far crescere questo talento cristallino. In Football Manager gioca come ‘regista avanzato‘ ma può essere tranquillamente adattato come ‘regista arretrato‘ e anche nel nuovo ruolo del videogioco: La ‘mezzala‘.

 

Arthur Melo 3

Un gran bel centrocampista già con questi valori; se ne trovano pochi a quell’età che sappiano giocarsi il posto con i colleghi più esperti. Controllo palla, passaggi e Tecnica già molto buoni (15). Era da aspettarsi un basso attributo in colpi di testa e rimesse lunghe, meno in tiri da lontano che può apertamente essere considerata la caratteristica sulla quale migliorarsi in futuro. Fantasia e determinazione a 16, direi ottimi, un altro buon valore in gioco di squadra, posizione e senza palla che per un regista avanzato non guastano mai. Nelle qualità fisiche troviamo una spanna sopra tutti agilità ed equilibrio; avversario difficile da abbattere. Siamo sotto la media invece in forza e massima elevazione ma chi si avvarrà delle sue doti saprà gestire al meglio anche i lati negativi (l’altezza in primis).

Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento