Federico Chiesa

Federico Chiesa

Federico Chiesa nasce a Genova nel 1997 ed è il figlio di Enrico Chiesa, calciatore che negli anni ’90 ha giocato in diversi club di serie A. Gioca inizialmente con la squadra del suo paese in provincia di Firenze, la Settignanese, per poi arrivare nel club viola all’età di dieci anni. Da qui compie tutta la trafila delle giovanili fino alla primavera, per poi passare con la prima squadra grazie a Paulo Sousa che lo aggrega nel ritiro precampionato 2016/17. Da qui la sua notorietà ha iniziato a crescere. E’ un giocatore agile e veloce, un’ala “arrogante” e “aggressiva” (ricorda un po’ il padre) con il vizio del gol. E’ ancora giovanissimo e il suo nome viene già accostato a diversi top-club europei. Uno dei migliori talenti del calcio italiano degli ultimi anni, quest’anno è migliorato tantissimo sobbarcandosi la responsabilità di portare la Fiorentina in Europa League. Nonostante il calo di rendimento nelle ultime partite (accettabile per certi versi) il suo talento non è in discussione. Nel 2019 le statistiche sono in aumento, la squadra però fatica a decollare. Chiesa probabilmente sarà costretto a lasciare la sua Fiorentina per trovare sfide di maggior spessore. Nella stagione 2018-19 è stato fino ad ora tra i migliori dei viola con 19 presenze 3 goal e 5 assist. Deve però essere più cinico davanti la porta considerando la bassa percentuale di goal per tiri effettuati.

Federico Chiesa 1

Considerando l’età, e la continuità con gioca, Federico Chiesa rientra assolutamente nella lista dei migliori prospetti europei. Bravo nel puntare l’uomo, fisico asciutto e compatto, grande aggressività anche nel recupero palla. Deve aumentare il numero di goal se vuole entrare stabilmente nel novero dei  più forti esterni d’attacco.

Ruolo Migliore:

  • centrocampista offensivo destra (ala)
  • centrocampista offensivo destra (regista avanzato)
  • centrocampista offensivo sinistra (attaccante esterno)

Ruolo adattabile:

  • centrocampista offensivo sinistra (regista avanzato)
  • centrocampista offensivo sinistra (ala)
  • centrocampista offensivo sinistra (trovaspazi)
  • centrocampista offensivo destra (attaccante esterno)
  • centrocampista offensivo destra (trovaspazi)
  • centrocampista offensivo destra (trequartista)
  • centrocampista destra (ala)
  • centrocampista destra (ala invertita)
  • centrocampista destra (regista largo)

 

Federico Chiesa 2

Il suo corrispettivo sul gioco è un calciatore dalle qualità immense e un potenziale altrettanto valido. Dalla scheda si notano netti miglioramenti, rispetto al 2018, in tutte le sezioni. Difficile da acquistare in carriera a prezzi moderati inei tornei online è già un giocatore da impiegare regolarmente.

PRO:

  • Potenziale enorme
  • skills in aumento
  • utilizzabile nei tornei esports
  • può giocare su tutto l’arco offensivo

CONTRO:

  • finalizzazione da affinare

Federico Chiesa 3

Federico Chiesa è un ottimo esterno di attacco con qualità non solo offensive, ma anche di ripiego. Può aiutare in fase difensiva il terzino nel recupero della palla proiettandosi immediatamente in avanti alla ricerca del cross o di una palla filtrante. In Football Manager lo troviamo a suo agio come Ala destra di supporto sulla linea dei trequartisti, ma anche come attaccante esterno, trovaspazi e regista; ha qualità fisiche e mentali che possono portarlo sopratutto in futuro a ricoprire maggiori aree offensive. E’ un ottimo giocatore anche come ala o ala invertita sulla linea del centrocampo, per quelle squadre più difensive. Sa giocare anche sulla fascia sinistra, sopratutto come attaccante esterno perché come destro naturale può rientrare verso il centro per provare l’ultimo passaggio per l’attaccante oppure il tiro personale.

 

Federico Chiesa 4

In sostanza è un giocatore ancora incompiuto e i valori generali ne sono una conferma. Potenzialmente può diventare il calciatore italiano più forte degli ultimi anni, ma al momento è difficile riuscire a farlo giocare in un campionato online, mentre per quanto riguarda quelli offline lo vedremo crescere nell’arco di una o due stagioni. Qualità tecniche grezze, ma non troppo, riscontriamo un 14 in dribling. Qualità mentali con impegno (15), determinazione, senza palla ed intuito sopratutte (14). Le qualità fisiche invece sono già ad un buon livello. Accellerazione e velocità buone ma non ottime per un giocatore di fascia (14 e 15). Agilità anche buona (14) e integrità fisica difficilmente migliorabile in futuro (16). Pessimo colpitore di testa meglio laciarlo lontano dall’area di rigore, utilizzandolo magari come contropiedista.

Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento