Hamza-Choudhury

Hamza Choudhury

Hamza Choudhury nasce a Loughborough, una cittadina nel Leicestershire, da una famiglia mista: suo padre originario di Grenada, nei caraibi, e la madre del Bangladesh. Cresce con la madre e i suoi fratelli, dopo la separazione dei genitori. La passione per il calcio però gli viene trasmessa dallo zio, che lo porta a vedere le partite del Leicester City e lo supporta quando è lui a giocare in un campo di calcio.

“Entrambi i miei genitori sono del Bangladesh e sono stato allevato in una famiglia asiatica. Ma ho del sangue caraibico in me perché mio padre è di Grenada ”.
Hamza Choudhury

A sette anni riesce ad entrare nell’accademia del prestigioso club cittadino, lo stesso che andava a vedere allo stadio. Impiega circa quaranta minuti a raggiungere il campo di allenamento, sempre con lo zio pronto ad accompagnarlo. E’ elettrizzato di poter competere e giocare a pallone. La sua crescita agonistica prosegue senza sosta. Quando gioca è una autentica macchina. Corre ed entra in tackle senza alcuna paura vincendo quasi sempre i contrasti. Gioca a centrocampo e il suo nome inizia a circolare tra le stanze di diversi club europei ma non si fa destabilizzare dalle voci: è un ragazzo tranquillo con la testa sulle spalle e una chioma sempre più audace. Il Leicester City conosce il potenziale di Choudhury. Lo fa allenare con la prima squadra quando ha raggiunto il sedicesimo anno di età, ed è qui che si innamora calcisticamente di Kante.

"Kante è una delle persone più belle che io abbia mai incontrato. Quando è arrivato per la prima volta a Leicester, tutti pensavano che stesse giocando con gli under 23, ma poi siamo scesi in campo e ci ha fatto correre tutti. Non smette mai di correre. È un top player".
Hamza Choudhury

Cerca di assimilare quante più informazioni possibili dal suo modo di giocare, diventando un esempio di professionalità e forza per il giovane calciatore. Nella stagione 2015-16 viene mandato a fare esperienza nella League One inglese: destinazione Burton Albion. Con i brewers gioca 13 partite arrivando alla promozione in Championship. L’anno seguente è ancora al Burton dove gioca altre 12 partite prima di tornare a casa e terminare la stagione nell’under-23. Pazienta ancora nella stagione successiva, sperando in un suo ingresso in Premier League. Occasione che gli si presenta a novembre contro il Tottenham: finalmente l’esordio. Nella stagione 2017-18 gioca 8 partite ed effettua un assist. E’ uno dei tanti giovani talenti cresciuto nel vivaio come Ben Chilwell e Harvey Barnes ma a differenza dei suoi compagni impiega più tempo a prendersi la squadra. Ancora una volta gioca con l’under-23, allenandosi con la prima squadra ed entrando in campo solo per 9 partite di Premier League. La sua maturità è raggiunta da tempo. Entra anche nella formazione titolare per alcune occasioni dimostrando tutta la forza fisica e un bagaglio tecnico interessante.

"È bello vedere Hamza esibirsi in una performance come questa. La settimana scorsa si è allenato con la prima squadra e, per me, è un buon giocatore, recupera molti palloni, ma sa anche giocare a calcio".
Claude Puel
Tecnico del Leicester City

I capelli poi sono un tratto distintivo di Hamza Choudhury e si nota in mezzo al campo, anche quando non ha il pallone tra i piedi. E’ un ragazzo semplice, anche se nel 2017 ha avuto problemi per un suo tweet, e vive ad Aylestone, un sobborgo di Leicester, con la figlia e la compagna. Nelle foxes c’è una grande aspettativa nei suoi confronti. Tutti sono convinti che il prossimo anno avrà la possibilità di poter dimostrare finalmente il suo valore. Ha 22 anni ormai, e la pazienza che ha dimostrato di possedere nell’arco di questa annata, potrebbe finalmente portarlo all’obbiettivo tanto desiderato.

Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento