jean-philippe-mateta

Jean-Philippe Mateta

Jean-Philippe Mateta nasce il 28 giugno del 1997 a Sevran. Giocatore di nazionalità francese è un attaccante dal grande fiuto per il goal, che gli ha permesso di stare sempre in doppia cifra da quando ha iniziato a giocare tra i grandi. Le sue origini calcistiche dicono Olympique de Sevran. E’ il 2006 quando entra a far parte del club con sede a nord di Parigi. Quattro anni più tardi passa Al Sevran FC, dove però rimane solo per un anno: nel 2011 passa al Drancy, sempre un club nei sobborghi di Parigi, che vede in lui talento e qualità interessanti. Questo è il primo approccio da parte di Mateta con il professionismo, anche se gioca ancora nelle academy. Dopo altri tre anni cambia nuovamente maglia accasandosi allo Châteauroux. La squadra è un team con un passato importante, ed è per lui un autentico trampolino di lancio. Mateta è consapevole, nonostante la giovae età, di poter intraprendere la strada del professionismo.

“L’ho visto giocare quando ero più giovane e ho detto ‘Voglio giocare così’. Sono fisicamente simile a lui, come anche il mio stile di gioco.”
Jean-Philippe Mateta

Il suo punto di riferimento è un certo Zlatan Ibrahimovic, non un attaccante da poco, e le qualità sotto porta sono da centravanti puro. Lo Châteauroux, dopo anni passati in Ligue 2, gioca nella Championat National, la terza divisione francese. E’ la stagione 2015-16, quella del suo approccio con i grandi. Jean-Philippe Mateta non si fa intimidire. Ha ancora 18 anni ma ha tanta voglia di emergere. A fine stagione le statistiche parlano chiaro: 22 presenze, 11 goal e 3 assist. In estate molti club di Francia si avvicinano al suo acquisto, che si concretizza però solo a settembre: è l’Olympique Lione che se lo aggiudica. La squadra è in continua ricerca di giovani promesse. Mateta è un attaccante come pochi alla sua età e un possibile crack. In Ligue 1 però gioca solo 2 partite nel 2016-17, non considerato ancora pronto per i massimi livelli. Poco male questo, perché il prestito in Ligue 2, nella stagione successiva, gli dona ancora più visibilità in una squadra che farà, a fine stagione, gli spareggi promozione. Stiamo parlando del Le Havre. Lo prende in prestito e gli fa giocare 35 partite. Lui li ricambia portandoli ai play-offs e segnando 17 goal in campionato. L’esplosione tanto attesa è arrivata. Nell’estate per 2018 il Mainz lo acquista per 8 Milioni: lo hanno seguito per tutto il campionato e sono consapevoli di dover fare un esborso importante per averlo. Mateta è entusiasta di partire per questa nuova avventura.

“Sono un attaccante – adoro segnare gol”, ha detto poco dopo il suo arrivo. “Non ho preoccupazioni davanti la porta”.
Jean-Philippe Mateta

Il campionato tedesco si adatta bene alle sue qualità e nella stagione 2018-19 lo dimostra: 34 presenze, 14 goal e 3 assist. Ancora doppia cifra. Ancora quella sensazione di attaccante devastante in area di rigore. Ha 22 anni Jean-Philippe Mateta ma la sua dedizione al lavoro gli ha già fatto raggiungere i migliori goleador della Bundesliga. Purtroppo però arriva il brutto infortunio. Le analisi dicono lacerazione del menisco e con esso tanti mesi di riabilitazione prima di tornare in campo a far cantare i tifosi. Nella stagione 2019-20 passa tutto il girone di andata ai box. Osserva da lontano i compagni lottare per non retrocedere con la speranza di poter tornare quanto prima in campo. Finalmente arriva il giorno del rientro il 14 dicembre contro il Borussia Dortmund. Sono nove minuti, ma sono molto importanti per riprendere fiducia di se stesso e del proprio corpo. All’attivo, quando ormai siamo a febbraio, ha 5 presenze e 2 goal. Un ruolino di tutto rispetto visti i mesi passati a lottare per rientrare al meglio. Il Napoli sembra molto interessato alle sue qualità di goleador, anche se dalla Germania arrivano varie dichiarazioni che indiretamente smentiscono questa trattativa. I rumors però sono un fattore importante per un giocatore. Se riprenderà la forma ottimale, Mateta potrebbe far partire un’asta tra le big d’Europa. Non aspetta altro che una opportunità in una grande squadra per continuare a segnare in palcoscenici più importanti.

Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento