joao-felix

João Félix

João Félix nasce il 10 novembre 1999 a Viseu, in Portogallo. Inizia a giocare nell’ Os Pestinhas prima di passare nel settore giovanile del Porto. Il centro sportivo è lontano da casa e i primi periodi sono molto duri. La volontà di emergere però è tanta e anche la famiglia cerca di spronare il ragazzo cercando di aiutarlo nell’affrontare nel migliore dei modi la sua passione. Gioca sette anni nel club dei dragoni finché non viene scartato perché ancora fragile e con una “statura limitata”. Quanti ce ne sono stati di talenti scartati e poi sbocciati? Un esempio è anche Nicolò Zaniolo e la storia di Joao è molto simile al talento in forza alla Roma. Non si da per vinto e firma per l’altra squadra di Porto, il Benfica, dove riprende ad allenarsi e a crescere. Proprio la crescita che gli era stata fatale nell’altra esperienza gli permette di incrementare il livello delle giocate in partita. Altezza e forza muscolare non sono più un problema e quando cominciano ad arrivare i goal non esce più dal campo. Ha 16 anni ed è il più giovane di sempre ad aver giocato per la squadra B delle aguias. Passa due anni nella seconda formazione del Benfica che gli valgono in seguito, nella stagione 2018-19, l’approdo in prima squadra. Anche qui l’inserimento è lento e graduale. Esordisce in Champions League contro l’AEK Atene a dicembre, esordisce anche in Europa League e in campionato una volta entrato in rotazione il minutaggio aumenta come anche il numero dei goal. Al momento è osservato in larga scala da molti top club europei che sono pronti a fare follie per il suo cartellino. Sono 17 le presenze in Primeira Liga condite da 9 goal e 5 assist, tutti nella seconda parte di stagione. Un nuovo talento è sbocciato in Portogallo, pronto a prendere il testimone da Cristiano Ronaldo.

Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento