Kepa Arrizabalaga 1

Kepa Arrizabalaga

Kepa Arrizabalaga Revuelta, semplicemente chiamato Kepa in patria, è uno dei portieri migliori in circolazione ed è stato, e probabilmente lo sarà ancora nel prossimo mercato, il portiere più discusso dell’ultimo periodo. Molto vicino al Real Madrid ha da poco rinnovato il contratto con la squadra per cui tifa e per cui gioca fin da bambino: l’Athletic Bilbao. Nasce a Ondarroa il 3 ottobre del 1994 si forma calcisticamente nell’Athletic Bilbao andando poi a giocare nelle serie minori, prima del Baskonia e poi nel Bilbao Athletic (non è un refuso). Nel 2015 viene mandato in prestito al Ponferradina, in Segunda Division. E’ però il futuro prestito al Real Valladolid che ne consacra le qualità e quindi un posto nella prima squadra della squadra basca. Per Kepa è il momento di fare sul serio e la scalata verso i titolari è breve e repentina. Esordisce a Settembre aumentando il livello delle sue prestazioni partita dopo partita, che lo hanno portato dove è adesso; all’attenzione dei blancos e dei grandi club europei. Ha firmato, come dicevamo, un contratto dopo giorni di dubbi e rumors. Continuerà così la sua carriera nella squadra che lo ha cresciuto.

Kepa Arrizabalaga 2

Portiere di ventitre anni, per il ruolo che ricopre in campo rientra ancora tra i giovani portieri in circolazione. Giocatore non propriamente alto (186 per 85 kg) ma è molto agile ed esplosivo, ed ha un coraggio nelle uscite indispensabile per un portiere di  tutto rispetto. Il suo istinto in porta lo aiuta a compiere parate fuori dal comune. In molti rivedono nelle sue qualità tecniche Iker Casillas. Ha fatto tutta la trafila nelle nazionali spagnole, vincendo l’Europeo under 19 e arrivando secondo in quello dell’under 21 dietro la Germania. Ha esordito in Novembre con la Nazionale Maggiore.

 

Kepa Arrizabalaga 3

Kepa in Football Manager ha già una certa importanza e forza. Nonostante ci siano portieri più bravi ed esperti che giocano con squadre di livello mondiale, le sue prestazioni e la sua notorietà hanno incrementato il suo valore nel gioco. Troviamo quindi qualità tecniche di tutto rispetto come autorità in area e uscite (14), comunicazione, palle alte, presa e uno contro uno (15). In riflessi ha un ottimo 17. Sicuramente dovrà migliorare in carisma (9) e in quelle qualità mentali fondamentali per un portiere di squadra al top; ma queste miglioreranno con la consapevolezza dei propri mezzi e con l’età. Fisicamente non si può considerare forte. A parte agilità e massima elevazione (14), il resto delle caratteristiche sono al di sotto di una media accettabile. In conclusione è un portiere buono già adesso, nonostante alcune imperfezioni che potrebbero far storcere il naso a chi controlla anche il dettaglio. Utilizzabile però sia in offline che in online, nei campionati esports, visto che rientra comunque tra i portieri migliori in circolazione.

Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento