Ruben Loftus-Cheek 1

Ruben Loftus-Cheek



Biografia
FM 2018
Biografia

Ruben Loftus-Cheek nasce a Lewisham, un quartiere nel sud di Londra, il 23 gennaio 1996. Il suo cognome deriva dalla simbiosi di quello dei suoi genitori: Cheek, per quanto riguarda la madre, e Loftus per quanto riguarda il padre. Ha anche tre fratellastri, due dei quali sono stati professionisti in Inghilterra ma di nazionalità guyanense. Infatti c’è questo piccolo particolare nella storia del ragazzo. Il padre infatti è originario della Guyana, trasferitosi in seguito in Inghilterra. Ruben inizia fin da subito a giocare a pallone entrando giovanissimo nell’academy del Chelsea (all’età di 8 anni). Negli anni trascorsi nelle giovanili dei blues si è sempre dimostrato come un ragazzo dal grande potenziale, nonostante un fisico fragile che gli ha sempre portato problemi negli anni della pubertà. Nonostante questo ha giocato nelle varie selezioni nazionali, arrivando ben presto in prima squadra. E’ la stagione 2014-15 quando esordisce in Premier contro il Manchester city: sono 3 le presenze a fine campionato. Nell’anno successivo il suo ruolo in squadra è sempre quello di riserva ma colleziona 13 presenze mettendo a segno il suo primo goal in carriera. La stagione successiva, il 2016-17, bloccato dalla concorrenza sfrenata a centrocampo gioca solamente 6 partite, e a fine anno spinge per il prestito che arriva grazie alla proposta del Crystal Palace. Nel sobborgo di Londra, praticamente vicino a casa, Loftus-Cheek dopo un inizio balbettante riesce ad imporsi come uno dei leader della squadra riuscendo a segnare 2 goal e 4 assist su 24 apparizioni. Il mondiale è alle porte e nella giovane squadra inglese Southgate riesce a trovare spazio anche per la sua corsa e imprevedibilità. Qualità che gli valgono diverse apparizioni e ottime prestazioni; aiutando l’inghilterra a raggiungere le semifinali. Purtroppo però la sua crescita non è ancora una volta supportata dal club di appartenenza che con l’arrivo di Sarri lo ha relegato nuovamente tra le riserve della squadra. Ruben è rimasto al Chelsea, nonostante numerose offerte, consapevole delle sue qualità e con la voglia di prendersi una volta per tutte il posto nel club che fin da piccolo lo ha visto crescere e maturare come giocatore.

FM 2018

Ruben Loftus-Cheek 2

Ruben Loftus-Cheek è un dieci atipico che ha saputo modificare il suo approccio in campo a seconda delle necessità. Il suo fisico e la sua altezza (191 cm) possono far pensare ad un giocatore rude e lento, ma Loftus-Cheek è veramente tutt’altro. Grande velocità, è dotato anche di un’ottima accelerazione e un buon controllo di palla, che se inizialmente non arrestati possono provocare scompiglio nelle difese. Dicevamo che non è un classico regista, tutta tecnica e fantasia, ma un giocatore che predilige contropiedi e triangolazioni con i compagni, alla ricerca continua della profondità. In Football Manager 2018 le sue caratteristiche potranno essere messe a disposizione nella fascia centrale del campo con poche altre alternative negli altri ruoli.

Ruolo Migliore:

  • regista avanzato (centrocampista)
  • regista avanzato (trequartista)

Ruolo Adattabile:

  • centrocampista offensivo (centrale)

Ruben Loftus-Cheek 3

Ruben Loftus-Cheek nel gioco manageriale è un giocatore incentrato interamente sulla corsa e sulle qualità fisiche. Nella colonna tecnica notiamo tante insufficienze, ma se entriamo in profondità nell’analisi troveremo valori accettabili per quelle che sono le sue caratteristiche: controllo di palla, passaggi e tecnica sono già a buon punto, e più in ritardo dribbling. Nulla da eccepire anche per quanto riguarda le qualità mentali ancora da svilupparsi così nel gioco anche nella vita reale. A potenzialità il giocatore offre molti spunti, e nei tornei online è certamente da monitorare, sopratutto per la prossima stagione, ma attualmente ancora lascia molti dubbi sulla sua effettiva importanza all’interno di una squadra virtuale, dove le gare si fanno più competitive e difficili


Articoli Simili

Scopri di più

Lascia un commento